BLOG

- LA SORGENTE DEL SILENZIO -

"Alimentazione per il Caldo Estivo" - Nuovo Articolo di Anna Di Natale

18/07/2018

In estate il corpo richiede una dieta ricca di acqua, per via della traspirazione e per il  fatto che ne fa un maggiore consumo. Inoltre è necessario incrementare l’apporto di minerali, oligoelementi e vitamine. Gli alimenti più indicati sono dunque frutta e verdura, soprattutto crudi per evitare la perdita di alcuni nutrienti. E’ importante scegliere frutta e verdura di stagione, anche perché ciò che matura nella stagione contiene il giusto apporto di elementi utili in questo periodo. Meglio evitare cibi troppo grassi e i fritti, oltre che altri cibi troppo caldi e troppo elaborati e che risulterebbero pesanti. Per condire è sufficiente olio d’oliva spremuto a freddo e utilizzato a crudo, gocce di limone e qualche seme oleoso come: sesamo, girasole, zucca, chia, canapa. Come bevande primeggia l’acqua che è bene tenere sempre con sé per l’integrazione di liquidi, ma anche succhi e tisane tiepide, evitando invece bevande gassate e zuccherine. Ottimo è l’infuso di karkadè drenante e l’infuso di menta rinfrescante. Qualche rametto di menta si può mettere anche nell’acqua da bere.

Ecco alcuni esempi di alimenti da consumare nella stagione estiva. I frutti di bosco sono un’ottima fonte di antiossidanti. Le ciliegie risultano disintossicanti e sono soprattutto diuretiche. Pesche e albicocche sono ricche di vitamina A e C. L’anguria è molto dissetante e anch’essa diuretica. Il melone è rinfrescante. Certo è che non bisogna eccedere nel fare pasti di sola frutta, perché bisogna considerarne il contenuto zuccherino, quindi è necessario lasciare spazio anche ad altri alimenti.

Alcuni esempi di ortaggi da prediligere in questa stagione sono: le zucchine, molto ben digeribili e ricche di minerali come potassio, calcio, ferro, fosforo, vitamine A e C, carotenoidi; i cetrioli che hanno un’alta percentuale di acqua, contengono minerali, vitamina C, sono rinfrescanti e ne beneficia la pelle. Questa è la stagione giusta per inserire nelle insalate il pomodoro che contribuisce con l’apporto di vitamina C, l’importante è che sia ben maturo. Inoltre, per arricchire le insalate di colore e sempre di minerali e vitamine, da non dimenticare sono il peperone crudo e le carote. Con effetto rinfrescante e disintossicante abbiamo le verdure a foglia verde, tra cui le cicorie. Altri alimenti adatti all’estate sono: l’orzo, le lenticchie, la soia verde, i fagioli e i fagiolini, rape e ravanelli. Insomma la ricchezza che la natura mette a disposizione per aiutarci ad affrontare i caldi estivi è notevole, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta e, con un po’ di attenzione, possiamo ben nutrirci, rimanendo in forma.

Finora ho parlato di sostanza e di nutrienti degli alimenti, ma non dimentichiamoci la quantità di energia vitale che possiamo assimilare dagli alimenti. Non c’è bisogno, infatti, di consumare cibi troppo calorici, ma è necessario scegliere cibi vivi, che consentono di superare la spossatezza che si può avvertire a causa del caldo, anzi rimanendo in buona attività. Per questo è utile consumare una maggior quantità di verdure crude, perché oltre che a mantenere i nutrienti, sono anche più vitali. L’energia vitale dei vegetali dipende anche da quanto sono freschi. Le verdure che rimangono troppo tempo nei mezzi di trasporto, perché arrivano da lontano, già hanno perso in energia vitale. Ecco perché è preferibile scegliere verdure di stagione, ma anche del luogo dove si vive. Anche conservare troppo a lungo i vegetali in frigorifero è un modo per abbassarne notevolmente l’energia vitale. Con i ritmi di vita che molte persone hanno oggi, fare scelte più sane, a volte, può sembrare meno pratico, ma basta abituarsi, cercando di scegliere ciò che è meno peggio, per guadagnare poi in salute. Spendere un po’ di tempo in più per una scelta più accurata consente in seguito di beneficiarne in altri modi. Consideriamo, infatti, che diverse problematiche organiche sono dovute ad un accumulo di tossine nel corpo, introdotte anche, almeno in buona parte, con l’alimentazione.

Per concludere questo articolo, voglio fare un accenno ad un aspetto spirituale che riguarda il nutrirsi dei vegetali che la natura ci fornisce. Le piante si sacrificano, compiono quindi un atto sacro, assolutamente integrato nei progetti spirituali. Dietro di esse ci sono delle forze che operano incessantemente per garantire una continuità ciclica vitale, connessa con il Cosmo. E’ importante tenere presente questo ultimo aspetto, per onorare con sacralità ogni nostro pasto e, per cogliere l’esemplarità di ciò che avviene in natura, in modo da apprezzare e rispettare ancora di più la nostra natura umana.

 

Anna Di Natale

www.letturadellaura.it

 

 

Please reload

Questo sito web www.letturadellaura.it non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Per Contattarci          Chiama il Tel. +39 348 0007307          Tel. +39 348 0606735          E-mail: scuolaletturadellaura@gmail.com