BLOG

- LA SORGENTE DEL SILENZIO -

Che cos'è il Metodo Lecopea?

04/04/2017

LECOPEA sta a indicare la definizione Lettura Sensitiva Corpo, Psiche, Emozioni e Aura. Ci siamo chiesti Roberto ed io, che lavoriamo da diversi anni insieme nel Mondo Olistico, se c’era bisogno di creare un altro metodo. Siamo poi arrivati alla conclusione che poteva essere utile creare il Metodo per contraddistinguere il nostro approccio nell’utilizzare la sensitività.

Infatti di corsi e scuole sulla sensitività ce ne sono ormai diverse anche in Italia, alcune anche molto valide, ma quello che a noi interessava trasmettere era un sistema più ampio e completo e che soprattutto integrasse la nostra esperienza, maturata attraverso la via della meditazione e del lavoro su di sé, oltre che l’esperienza come terapeuti olistici. Ci siamo accorti che alcune persone confondono questi tre aspetti: lavoro sulla consapevolezza, sensitività e terapia energetica e olistica. Alcuni praticano la sola sensitività, pensando che svolga la funzione anche degli altri due aspetti, ma non è così. Una cosa non può sostituire l’altra, ma è possibile integrare questi tre aspetti, utilizzandoli come strumenti che collaborano e si intrecciano tra loro, tranne ovviamente quando ci sono problematiche della personalità o di salute, che richiedono invece un intervento psicoterapeutico e medico. Ecco quindi che ciò che già insegnavamo nella Scuola di Lettura dell’Aura è diventato il Metodo LECOPEA.

Questo metodo, come molti potrebbero pensare, non consiste in una sequenza di tecniche da applicare una volta imparate. Sono infatti in errore gli allievi che, a volte, accedono ai corsi della Scuola di Lettura dell’Aura, pensando di acquistare un pacchetto di nozioni da collezionare nel loro curriculum. Il Metodo LECOPEA, non è quindi una specifica tecnica, ma è un tipo di approccio che scaturisce da una visione e che comunque comprende diverse tecniche. Appena ci si affaccia in questo sistema, non si può pretendere di capire subito come funziona tutto il sistema. Inoltre non serve paragonare le singole tecniche proposte con altre esercitazioni affrontate in altri corsi, perché questo contribuisce solo a creare delle resistenze ed è fuorviante. 

Ho parlato sopra di un approccio che scaturisce da una visione, si certo la visione che abbiamo avuto Roberto ed io, quando abbiamo iniziato a lavorare con le persone, guardando lontano, abbiamo visto un’umanità non più frammentata.

Abbiamo visto che dall’integrazione, dalla fusione e collaborazione nasce un modo di concepire la realtà, partendo non più da ciò che va unito, ma dalla percezione di ciò che è già completo ed armonico. Tra l’altro, parlando in termini ancora più concreti, ci siamo accorti che vivere solamente la sensitività e l’utilizzo delle capacità psichiche, senza un parallelo percorso di apertura del cuore e di sviluppo della consapevolezza, può portare grossi squilibri e può essere solo strumento per gonfiare ancora di più l’ego delle persone.

Come anche ci siamo accorti che utilizzare le pratiche energetiche, pensando di entrare in un mondo idilliaco, fatto solo di rilassamento, luce e amore, pur risultando confortevole, si traduce in un’illusione che fa rimanere superficiali senza mai permettersi di toccare livelli più profondi, per stimolare delle reali trasformazioni di squilibri che così rimangono sempre sepolti, mascherati e continueranno a proiettarsi nella vita di una persona.

L’approccio proposto con il Metodo LECOPEA, non può dare un risultato standard, perché lo si può acquisire e praticare secondo diversi livelli di profondità. Questa scelta non avviene volontariamente, ma accade spontaneamente, secondo la coscienza di ognuno. Allo stesso modo, ricevere una Lettura dell’Aura, con questo metodo, sarà un’esperienza diversa per ogni persona, assolutamente non confrontabile con quella di qualcun altro, proprio perché diverse sono le caratteristiche, le aperture, le reazioni e le comprensioni personali. Infatti gli allievi che pretendono di apprendere razionalmente questo metodo, senza farne esperienza, non una sola volta, ma a lungo, molto presto si confondono e non vanno avanti. Senza la fiducia e l’apertura, i flussi d'informazioni, che vengono trasmessi durante i corsi non danno frutti, non si schiudono e rimangono inutilizzati.

Per leggere l’Aura con il metodo LECOPEA, non basta esercitare delle capacità psichiche, ma occorre allenare costantemente il proprio stato di Presenza e di attenzione, per poter osservare anche i più sottili movimenti energetici che si vengono a creare proprio durante la pratica della Lettura dell’Aura e, mentre si riportano le informazioni alla persona che si ha davanti. Infatti non si deve pensare all’Aura come ad una fotografia, essa è assolutamente dinamica. Mentre si legge l’Aura, in realtà s'instaura un dialogo con essa. Mi accorgo subito, quando un allievo, nell’esporre le sue percezioni, sta parlando utilizzando il suo ego, basta che interrompo per fare una correzione o dare un consiglio per migliorare la comunicazione e qualcuno, a volte, reagisce contrariato.

Elemento fondamentale del Metodo LECOPEA è, infatti, quello di leggere l’Aura imparando a sviluppare un’altra vista, cosa che è possibile solo se s'impara ad abbandonare un po’ di strutture mentali e, soprattutto, importantissimo è imparare a farsi da parte, imparare a essere semplici e utilizzare unicamente l’intuizione per dare un senso alle informazioni, senza quindi interpretare.

Un’altra tra le caratteristiche principali del Metodo LECOPEA è quello di imparare un nuovo linguaggio per comunicare ciò che si percepisce. Il linguaggio che adottiamo deve essere, prima di tutto, non violento, semplice in modo da essere comprensibile da chiunque, non deve allarmare le persone, non deve esprimere giudizi su quello che si percepisce, come ad esempio che una cosa sia brutta o bella, o che ci siano energie positive o negative, o che ci siano energie bloccate. Queste ultime sono espressioni che non utilizziamo mai, come anche non utilizziamo parole come rompere uno schema, ma piuttosto trasformare. Si tratta di un linguaggio non-duale, dove si cerca di avere una visione d’insieme. Inoltre, l’operatore, durante una Lettura dell’Aura, non si comporta da oracolo, non pratica arte divinatoria e non dice all’altra persona che cosa dovrebbe fare, in quanto non si può sostituire ad essa.

Quello che invece fa un operatore che pratica il Metodo LECOPEA, consiste nell’accompagnare l’altra persona a vedere, come con la lente d’ingrandimento, quello che accade nella sua vita, quindi con maggiore profondità e, soprattutto, con distacco, in modo da avere da sé comprensioni interiori importanti e che trasformano, dando luogo a vere e proprie guarigioni energetiche. L’operatore è quindi solo un facilitatore e non è colui che guarisce l’altro.

Insomma spero di non avere scoraggiato chi è intenzionato a partecipare al percorso sul Metodo LECOPEA, ma ci tenevo a fare alcune precisazioni, per dare ancora più spessore a un lavoro che mi sta a cuore. Oggi più che mai, essendoci tante proposte di corsi e percorsi accessibili a tutti, è importante comprendere qual è il senso delle proprie scelte, ricordandosi anche quali sono i propri propositi nell’iniziare un cammino e, continuando a tenerli ben presenti, anche quando s'incontrano le difficoltà.

Un percorso non è una forma d'intrattenimento o un altro pezzo da mettere nella propria collezione di corsi, esso richiede un impegno, una disciplina, l’umiltà di imparare, la costanza e la fermezza nel voler elaborare in maniera creativa ogni cosa che affiora. Non si tratta, infatti, di ricoprire la propria superficie con nuovi post-it di conoscenza, ma di vivere la propria esperienza di vita con maggiore lucidità e maturità spirituale.

 

Anna Di Natale

www.letturadellaura.it

Please reload

Questo sito web www.letturadellaura.it non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Per Contattarci          Chiama il Tel. +39 348 0007307          Tel. +39 348 0606735          E-mail: scuolaletturadellaura@gmail.com