BLOG

- LA SORGENTE DEL SILENZIO -

L’Aura della Terra

25/08/2016

Riporto di seguito alcune informazioni per stimolare una consapevolezza diversa nel vivere in un rapporto così intimo con il Pianeta Terra. Nel tempo, con la caduta delle diverse civiltà, è andata perduta una conoscenza che gli scienziati antichi applicavano, ad esempio nella costruzione di importanti edifici. Veniva tenuto conto del fatto che la Terra ha un Campo Energetico composto da una griglia di linee geo-magnetiche che si incrociano, alcune delle quali sono più potenti di altre. Gli antichi sapevano bene che esse costituiscono i canali energetici del Pianeta e che esprimono la sua forza. Costruzioni antiche infatti sono sopravvissute fino ai nostri giorni, pur avendo attraversato potenti cataclismi.

“Come sopra così sotto” significa che il più piccolo degli esseri viventi richiama il funzionamento di esseri viventi più grandi e viceversa. Ognuno di questi esseri viventi è collegato strettamente all’altro in una perfetta rete che costituisce un tutt’uno. Non dimentichiamoci quindi che la Terra è un organismo vivente, con il suo Campo Aurico, che contiene tutto il suo vissuto, ovviamente in stretta correlazione con il nostro vissuto di esseri umani, che tra l’altro si svolge anche fisicamente in un contatto molto intimo con la Terra, vivendo noi sulla sua superficie, sulla sua pelle. Mi interesso personalmente di Sciamanesimo Celtico. Nelle antiche religioni che praticavano il culto della Dea Madre

e in tutte le Culture Sciamaniche, ho trovato sempre il riferimento all’Essere Umano che dialoga con gli elementi della Natura. In questo tipo di consapevolezza c’è comprensione del fatto che l’Organismo Terra ha dei cicli vitali in simbiosi con i cicli vitali dell’Umanità e di tutto il resto, con cui si può vivere in armonia se se ne tiene conto. Non possiamo pensare di essere separati dagli altri e dal Pianeta, ma siamo un unico Campo Energetico Vibrante. Questo vuol dire che tutti i nostri malesseri influenzano anche Madre Terra, che ripeto è un organismo vivente, e qui ci mettiamo non sole le nostre azioni, ma anche tutte quelle vibrazioni che scaturiscono da pensieri ed emozioni che vanno a sovraccaricare l’Aura della Terra oltre che la nostra. Un sovraccarico di questo tipo nella nostra Aura comporta prima o poi il manifestarsi di uno squilibrio nella nostra vita che può prendere forme diverse: malattie o situazioni difficili. Per quanto riguarda la Terra accade lo stesso. Teniamo conto che ogni pensiero o emozione ha delle frequenze, onde che si propagano nella rete di un unico campo. Molte persone non ci pensano che l’energia e le frequenze hanno anche una manifestazione fisica. Così avviene nel nostro corpo e così avviene nel corpo della Terra che a volte sussulta e trema. Come naturopata so bene che in un organismo vivente, quando c’è uno squilibrio, si avvia un movimento che rappresenta la tendenza naturale al riequilibrio. Questo avviene spesso attraverso, più o meno, violente crisi di guarigione. Con questo non intendo attribuire responsabilità a nessuno per l’accadere delle cosiddette calamità naturali che coinvolgono in un colpo solo parecchie vite umane, ma semplicemente sensibilizzare ogni singola persona su questi argomenti, considerando inoltre che, oltre alle responsabilità personali, c’è anche un ordine superiore di ogni cosa che non possiamo comprendere. Anche la Terra ha quindi le sue sofferenze, dovremmo tornare a comprenderle. In antichità molte pratiche avevano una valenza energetica ed erano rivolte a dare sollievo alla Terra o perlomeno a stimolare un riequilibrio nei suoi canali energetici e nei suoi centri energetici.

Non dimentichiamoci inoltre che oggi l’inquinamento psichico si va ad aggiungere all’inquinamento fisico e ha addirittura effetti più gravi. L’invito è quindi quello di prenderci cura delle nostre emozioni e dei nostri pensieri e soprattutto di comprendere l’effetto nefasto che la loro gravità può avere, per conseguenza, su tutto il Pianeta. Quando accade qualcosa di importante che arreca sofferenza ad altre persone o è una manifestazione di sofferenza da parte di Madre Terra, ci riguarda sempre perché la condizione è la stessa, come ho spiegato sopra, e viviamo un unico campo vibrante dove ogni essere è correlato all’altro. L’invito è quello di coltivare la compassione nei confronti dei nostri simili e di tutti gli esseri viventi. Per compassione intendo il fatto di sentire cosa sentono gli altri, anche quando il nostro ego ci fa reagire contro, fermiamoci un attimo a creare empatia, sicuramente in quello che consideriamo "l'altro" possiamo riconoscere un po’ di noi stessi.

Sì, sicuramente questo può espandere l’effetto vibrante del nostro Cuore e portare Guarigione e maggiore Benessere al Pianeta Terra e all’Umanità.

 

Anna Di Natale

www.letturadellaura.it

Please reload

Questo sito web www.letturadellaura.it non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.

Per Contattarci          Chiama il Tel. +39 348 0007307          Tel. +39 348 0606735          E-mail: scuolaletturadellaura@gmail.com